giovedì 30 luglio 2015

Danubio salato ai 3 gusti


 Questa preparazione è ideale per una cena all'aperto, per un picnic, per uno spuntino in spiaggia...... la morbidezza dell'impasto e la bontà dei ripieni che vorrete scegliere la rendono gradita a grandi e piccoli.


Cominciamo dall'impasto:  500 g di farina forte, 60 ml di olio extra-vergine, 25 g di lievito di birra, 250 ml di latte, sale. Impastate nella planetaria e lasciate lievitare per un'ora l'impasto.


Riprendete l'impasto e suddividetelo in pezzi dello stesso peso . io ho ricavato 9 porzioni uguali.

                   




                                      

Appiattite leggermente con le mani una porzione di pasta e farcite con quello che vi piace: io ho preparato delle zucchine saltate, del pomodoro fresco, del prosciutto cotto e ho abbinato questi ingredienti a dei formaggi morbidi (provola, asiago, mozzarella). Richiudete la porzione di pasta, sigillandola molto bene, datele la forma di una pallina e sistematela in una teglia.


Ecco il mio danubio pronto per la seconda lievitazione. ho spennellato la superficie di olio e ho decorato con semi di papavero. faccio lievitare per un'altra ora.


Eccolo pronto da mettere in forno: 30 minuti a 180°. Mi dispiace non aver potuto fotografarlo appena sfornato perchè è scomparso quasi subito!























sabato 25 luglio 2015

Brioche crema, fichi caramellati, cioccolato e pistacchio


Una variante super golosa di un dolce che preparo molto spesso con i ripieni più diversi: quella di oggi prevede addirittura due gusti perchè metà la farcirò con crema di pistacchio e l'altra con crema pasticcera e fichi caramellati.


Non vi riproporrò la ricetta dell'impasto che potete andare a consultare cliccando qui.


Intanto che l'impasto lievita, preparate una semplicissima crema pasticcera e fatela raffreddare. Tagliate a pezzetti i fichi caramellati ( per la ricetta clicca qui ).


Farcite il primo strato metà con i fichi e metà con la crema al cioccolato.


Il secondo strato invece lo farcirete con la crema e con la pasta di pistacchio. Completate alternando i ripieni.


Formate il fiore, fate lievitare ancora un'ora e infornate a 180° per 40 minuti. Se vi piace completate con zucchero a velo. Io non l'ho messo perchè è già abbastanza dolce.


Un petalo tira l'altro!

giovedì 23 luglio 2015

Tartare di tonno fresco alle fragole


Per chi ama il pesce crudo leggermente marinato, questo piatto è una vera e propria scoperta!
Vi servono per 4 persone: 400 g di tonno fresco in trancio, 2 arance, un limone, 200 g di fragole fresche, un cucchiaino di miele, olio extravergine di oliva, foglie di menta, sale.


Utilizzeremo le fette centrali dell'arancia per la base del nostro piatto, il resto servirà per la marinata.
                                   
                                      

Il tonno dovrà essere freschissimo e abbattuto, altrimenti mettetelo in congelatore per minimo 4 giorni. Andrà ripulito delle parti non edibili e tagliato in pezzetti piccolissimi con un bel coltello affilato.


Salate e spremete il limone e l'arancia avanzata nel tonno.


Aggiungete il cucchiaino di miele e mescolate bene. Non tenetelo troppo tempo con la marinata altrimenti perderà tutti i suoi succhi.


Terminate con della scorza di limone tagliata sottilmente.


Intanto lavate le fragole che dovranno essere sode e non troppo mature e tagliatele a piccoli cubetti. Lasciatene da parte qualcuna per la decorazione.



Aggiungete le fragole al tonno sgocciolato della sua marinata.


Servitelo freddo su una fetta di arancia e completate il tutto con qualche fragola intera e qualche verdurina fresca di contorno: io ho usato la verza.

mercoledì 8 luglio 2015

Crostata rustica di zucchine e fiori

 

Con le zucchine, in questa stagione, si fa proprio di tutto! Sono protagoniste delle nostre tavole dal primo al dolce. Se poi avete un orto, come me, e la produzione è giornaliera, bisogna pure ingegnarsi per consumarle in maniera sempre diversa.


Oggi ho raccolto sia le zucchine sia i meravigliosi fiori di zucca.


Dato che ho improvvisato la ricetta, vi darò i quantitativi in modo approssimato, perchè non ho pesato le verdure. Per il ripieno: 3 zucchine medie, 2 patate, una cipolla, olio extravergine d'oliva, 1 uovo, 100 g di caciocavallo grattugiato, sale, pepe. Tagliate a julienne le zucchine e le patate; mettetele in un colapasta, salate e fate riposare almeno 1 ora; in questo modo perderanno tutta l'acqua di vegetazione.


Tagliate la cipolla e fatela soffriggere in padella a fuoco lento per 10 minuti. Aggiungete le patate e le zucchine e fate insaporire aggiungendo un pizzico di pepe nero.


Fate raffreddare; unite un uovo, il formaggio grattugiato e mescolate bene.


La mia frolla è rustica e molto saporita: 100 g di semola, 100 g di farina 00, 100 g di farina di grano saraceno ( se non la trovate potete usare una farina integrale).


Unite 150 g di burro a pezzetti , 1 uovo e un pizzico di sale.


Lavorate molto velocemente, fate una palla e fate riposare in frigo.


Stendete la frolla in uno stampo da crostata.


Riempite con il ripieno; decorate con i fiori di zucca, ai quali avrete tolto il pistillo, e con dei ciuffetti di formaggio morbido (ricotta o philadelphia). Infornate per 30 minuti a 180°.


Buon appetito!




lunedì 6 luglio 2015

Granita di mandorle tostate

 

Nel panorama delle granite siciliane questa è particolare: la si può gustare soprattutto nella Sicilia orientale. Noi siciliani siamo molto golosi e spesso amiamo accostare due gusti di granita nella stessa coppa: un connubio fantastico può essere mandorla bianca + mandorla tostata, mandorla bianca + caffè (vedi ricetta) oppure mandorla + pistacchio (vedi ricetta). Se avete voglia di prepararvela in casa seguite queste semplici spiegazioni e poi fate tutti gli abbinamenti che vorrete. 


Ingredienti: 150 g di mandorle private della pellicina marrone ( basta tuffarle per un minuto in acqua bollente e verrà via in un attimo), 1 litro di acqua minerale naturale, 350 g di zucchero, scorza di limone, cannella.


Mettete le mandorle in forno sotto il grill e fatele tostare. Se volete realizzare la granita con le mandorle bianche, evitate questo passaggio.


Tritatele finemente con un mixer.


Preparare uno sciroppo con l'acqua, lo zucchero e la buccia di limone in un pentolino. Fate raggiungere l'ebollizione e aggiungete le mandorle in modo che con il calore tutti gli aromi si sprigionino. Fate raffreddare. Mettete in un contenitore e riponete in freezer. Quando si sarà solidificata, prendete la granita che vi apparirà come un blocco compatto, mettetela in un robot da cucina e frullatela. La consistenza cremosa rimarrà tale e quale anche se la conserverete ancora in freezer. Aggiungete un cucchiaino di cannella e gustatela con una fantastica brioche siciliana.


Per la ricetta vedi qui.


Buona colazione!

giovedì 2 luglio 2015

Baccalà e cedro in insalata

 

Il baccalà in insalata è tipico della mia provincia: anche d'inverno noi lo mangiamo così, semplicemente bollito, poi diliscato e condito con olio extravergine di oliva, limone, aglio, prezzemolo e peperoncino. Nient'altro. Ho provato il connubio con il cedro, il nostro "pirettu" e il risultato è davvero notevole.


Dissalate il baccalà cambiando molto spesso l'acqua. Quindi bollitelo.


Togliete le lische, riducetelo in piccoli pezzi e conditelo con foglioline di timo, mezzo spicchio d'aglio, peperoncino rosso e abbondante olio extravergine d'oliva.


Sbucciate un cedro e tagliatelo a tocchetti.


Mescolate bene il tutto.


Se vogliamo rendere il piatto oltre che saporito anche scenografico servitelo all'interno di cedri svuotati: farete un figurone!